Additive Manufacturing

L’innovazione nell’ottimizzazione del prodotto e della produzione con letto di polvere

Laser tec cnc machine
Updated on Monday 8 April 2019, 2:06 PM 91 Views

Il team di tre persone dell’NHW 3D, un centro di eccellenza per il processo additivo, ottimizza processi produttivi per i suoi clienti nel settore automobilistico, aerospaziale e ingegneria meccanica e sviluppa soluzioni
personalizzate, a partire dallo sviluppo dell’idea, alla costruzione del prototipo, fino alla produzione di serie. Dopo un test completo sul campo e forte della collaborazione con DMG MORI, l’NHW ha ampliato ancor più le possibilità di applicazione e le potenzialità della fusione laser del metallo con la LASERTEC 30 SLM di seconda generazione.

Utensili più leggeri del 30% circa grazie alla tecnologia SLM
“La stampa 3D è una soluzione efficiente per la produzione di componenti complessi”, spiega, così, Michael Schmid, Amministratore delegato dell’NHW 3D, le competenze chiave della sua azienda. Ed è, in particolare, la produzione additiva di pezzi in metallo a guadagnare
un’importanza sempre maggiore. L’esempio di una fresa prodotta dall’NHW 3D per il Gruppo Neher mostra i benefici della produzione additiva. La fresa viene costruita direttamente su un alloggiamento HSK, impiegando l’acciaio per la lavorazione a caldo. La necessaria rigidezza torsionale viene garantita da una struttura di supporto ad alta stabilità presente all’interno della fresa. “Grazie a questo accorgimento, l’utensile diventa più leggero di circa il 30 per cento, mantenendo la stessa stabilità di 700g,” afferma Michael Schmid. “A ciò si aggiungono i sottilissimi canali di raffreddamento posizionati in prossimità della superficie, che orientiamo in modo tale che il getto di refrigerante colpisca i taglienti con un angolo ottimale.” Michael Schmid vede grandi vantaggi nella produzione additiva: “Nella stampa 3D raggiungiamo un
alto potenziale di risparmio e i tempi di sviluppo ridotti offrono una maggiore flessibilità nel processo di creazione del prodotto, anche come completamento delle catene di processo convenzionali.” La progettazione, la programmazione e complesse operazioni di fresatura possono, in questi casi, risultare più lunghe e costose rispetto alla produzione additiva.

Vantaggi per tutti: sicurezza di processo e massima disponibilità delle macchine grazie allo sviluppo congiunto
Sin dalla sua fondazione, l’NHW 3D si impegna a contribuire da vicino allo sviluppo delle tecnologie di produzione. Ed è così che è nata
una stretta collaborazione con DMG MORI, grazie alla quale le due società hanno sviluppato congiuntamente l’ultima generazione di LASERTEC 30 SLM nel quadro di un programma di test sul campo. “Alla HFM abbiamo accesso a tutti gli impianti periferici in termini di tecnologie di produzione e il gruppo Neher è già stato partner di sviluppo di DMG MORI”, ricorda, così, Michael Schmid la collaborazione tra i due gruppi. I risultati concreti della partnership di sviluppo sono stati assolutamente convincenti per l’NHW 3D. I principali vantaggi della LASERTEC 30 SLM sono il design compatto e il cambio rapido delle polveri. DMG MORI chiama rePLUG questo sistema modulare. “Il cambio del modulo delle polveri richiede meno di due ore,” osserva Isabel Koschmieder, tecnico modellista presso l’NHW 3D. rePLUG contribuisce anche alla sicurezza sul lavoro: “Queste polveri potenzialmente reattive ed inalabili non possono fuoriuscire perché si tratta di un circuito chiuso.”

Elevata autonomia di processo grazie al potente impianto a doppio filtro
Il tema della sicurezza di processo è stato considerato da DMG MORI nella concezione della LASERTEC 30 SLM di seconda generazione anche nella scelta dell’impianto di filtraggio, come spiega Christian Bender, responsabile delle tecnologie additive e delle vendite dell’NHW 3D: “La macchina dispone di un potente impianto a doppio filtro, che permette la commutazione automatica da un filtro all’altro, consentendo così un cambio di filtro anche senza interruzioni di processo. In questo modo, aumenta notevolmente la disponibilità della macchina, specialmente durante le ore notturne e nei fine settimana.”

Sistema aperto: personalizzazione di tutte le impostazioni della macchina e
dei parametri di processo
La LASERTEC 30 SLM di seconda generazione è dotata di CELOS, interfaccia gestionale e operativa standard di DMG MORI. “La macchina è un sistema completamente aperto. Questo significa che tutte le impostazioni della macchina e i parametri di processo possono essere personalizzati”, afferma Christian Bender, con uno sguardo al lato pratico. Si gode, in tal modo, di un’ampia libertà in produzione e non vi è nessuna restrizione sul produttore di materiale. “Tali libertà ci consentono di lavorare con uno spiccato orientamento al cliente”, aggiunge Michael Schmid. “Il nostro obiettivo è quello di ottimizzare in modo intelligente i processi di produzione sulla base di idee innovative e di stampare sempre pezzi perfetti. Per questo fine, la LASERTEC 30 SLM di seconda generazione gioca un ruolo importante.”

Press Kit

To obtain a copy of our press kit, please message us using the adjacent contact form.

Contact

Nakamura
Star
Okuma
Mazak
Makino
Hurco
Fanuc
Chiron
Brother
DMG Mori
Doosan